Come curarsi parlando con il proprio corpo. Le nostre cellule sono in ascolto

Ogni parte del nostro corpo, ogni organo che lo compone, è dotato di una sua coscienza e di una sua anima

Come curarsi parlando con il proprio corpo? Agire sul dolore comunicando con ciò di cui è composto? La risposta è semplice. Entrando profondamente in contatto con ogni nostra cellula.

La storia della medicina ufficiale è un percorso tutto sommato recente che, solo da qualche tempo, ha imparato a osservare e fare proprie teorie e filosofie antiche. La tradizione sciamanica, ad esempio, sostiene che ogni parte del corpo ha una sua coscienza.

E che, imparando a parlare al proprio corpo, e ad ascoltare le sue reazioni, è possibile innescare un percorso di auto guarigione.

Una delle tecniche che aiuta meglio a parlare al proprio corpo è conosciuta con il termine di ipnositerapia.

Attraverso l’ipnosi e la meditazione si facilità questo processo di comunicazione, nel quale la onde cerebrali hanno un potere molto forte sulle cellule del nostro corpo.

Perché questo binario di comunicazione sia libero di fluire in maniera spontanea ed efficace sono necessarie alcune condizioni di base.

Come curarsi parlando con il proprio corpo

Come curarsi parlando con il proprio corpo

1- Occorre avvicinarsi al proprio corpo con genuina compassione. Comprendendo che è costituito da cellule coscienti che provano emozioni.

2- Occorre che tra mente e corpo vi sia una reale collaborazione e una sorta di fiducia reciproca sulla possibilita di auto guarigione.

3- Bisogna dar modo alle emozioni di fluire in maniera spontanea e senza giudizio di sorta.

Il potere delle emozioni imprigionate dentro di te, il pensare positivo, costituiscono la strada migliore perché mente e corpo si parlino e collaborino tra loro.

Oggi anche la medicina ufficiale riconosce la spinta fondamentale che può provenire dai processi di auto guarigione. Arrivando persino a dichiarare efficace il cosiddetto “effetto placebo”.

Autosuggestione

L’autosuggestione

L’autosuggestione è un fenomeno del quale avere non solo rispetto, ma capace anche di dimostrare come il cervello può stimolare processi di guarigione.

Cleve Backster è stato un ricercatore americano che ha trascorso 36 anni a studiare la biocomunicazione nelle cellule vegetali, animali e umane.

Nel suo famoso testo “Percezioni Primarie” Backster racconta una serie di risposte che avvengono nelle cellule umane a seguito di determinati stimoli.

E come la biocomunicazione sia possibile anche con l’ambiente circostante e la natura in modo particolare.

Se è vero quindi che è possibile muovere i primi passi verso un processo di autoguarigione, è fondamentale rimuovere ciò che ostacola tutto questo.

Lo stress e l’incapacità di sperimentare, lasciar fluire emozioni e stati d’animo differenti da quelli che solitamente siamo abituati a considerare come normali.

Quindi come curarsi parlando con il proprio corpo? Rimuovendo ostacoli, considerando il tutto, entrando in profonda connessione con tutto ciò che siamo.

Giornodopogiorno.org è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato con le nostre notizie
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.