Il perdono non cambia il tuo passato, ma cambia il tuo futuro

Ciò che è stato non può essere cambiato, ma il domani è tutto da scrivere

No. Ciò che è stato non può essere cambiato. Le delusioni segnano, le ferite causano dolore, le offese sono lì. Restano. Sospese tra mente e cuore. Non si dimentica. E nemmeno il perdono è in grado di cancellare, di riportarci indietro nel tempo. No. Il perdono non cambia il passato. Non può. Ma perdonare cambia l’oggi, cambia il futuro.

Perdonare o essere perdonati è una di quelle svolte in grado di cambiare la vita ed il modo di confrontarsi con il prossimo.

Il perdono è uno strumento straordinariamente potente a disposizione dell’essere umano. Il solo in grado di portare sollievo, di portare pace. L’alternativa a questa opportunità consiste nel continuare a vivere rimugginando, odiando, pensando alla vendetta.

Il perdono non cambia il tuo passato

Il perdono non cambia il tuo passato

Comprendere il grande valore del perdono non significa dimenticare. Né fingere che niente sia accaduto. Quando diciamo che il perdono non cambia il passato, ma è un formidabile strumento per il futuro, intendiamo proprio questo.

Alla base di questo gesto, nobile, importante, sicuramente difficile, non c’è per forza una spiegazione etica. Nessuno ha il dovere di pretendere il perdono da chi ha subito un torto o un’offesa anche importante.

Perdonare invece è una opportunità che diamo a noi stessi. Per lasciarci alle spalle quei sentimenti negativi che la rabbia e il desiderio di vendetta producono. Perdonare o essere perdonati non esula da un esame di coscienza chi si è macchiato di un’offesa. Il perdono non potrà mai cancellare il passato.

Questo gesto assume però il valore di tornare a guardare avanti, di tornare ad aprire la finestra della propria anima e respirare di nuovo aria pulita. Il perdono è la vittoria del futuro, è l’incoraggiamento che diamo alla speranza.

Perché cambia il tuo futuro

Perdonare è un atto di forza

Se è vero, come abbiamo visto, che il perdono è quella scelta in grado di farci lasciare alle spalle il passato e cambiare il futuro, è vero anche che ognuno lo vive a modo proprio. Non esistono manuali o libretti delle istruzioni, né è da intendersi come gesto plateale o momento pubblico.

Il perdono è, prima di tutto, una sensazione che si elabora e si prova all’interno di se stessi, un’opportunità di crescita, di forza. È quella voglia di riprendere a sorridere dopo periodi nei quali il buio e il rancore avevano preso il sopravvento nel proprio cuore.

È quella scintilla che torna ad accendersi, come uno spiraglio di sole capace di invitarci a riscoprire la vita, le sue emozioni, la sua bellezza. Diffido di chi vuole celebrare il perdono. Quello è uno spettacolo da rotocalchi che nulla ha a che vedere con l’intimità di questo gesto.

E arriva la pace

È così che cambia il tuo futuro

L’effetto del perdono é più potente di una medicina, più bello di un arcobaleno, più contagioso di un abbraccio. È quella spinta che la vita ci dà per guardare al futuro con speranza e senza più le scorie e le tossine del passato.

È come un tocco di magia capace di farci rimanere a bocca aperta, mentre torniamo a sorridere e ad amare la vita.

“Perdona gli altri, non perché essi meritano il perdono, ma perché tu meriti la pace.”
-Buddha

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
Close
Close