L’amore si parla, l’amore non si fa

L’amore non è quello che si fa, non è un corpo, è un discorso, perché l’amore parla.

Parla piano l’amore, a volte grida più forte. Delle difficoltà. Delle incomprensioni. Di tutto ciò che vorrebbe farlo tacere, ma che non può. Delle parole. Perché è un discorso. 

Sapete qual’è il modo migliore per fare l’amore?

La risposta non è così ovvia, come si potrebbe pensare.

E vi dico anche il perchè: il modo miglior per fare l’amore è parlare!

Parlare, non solo con le parole, ma anche con il nostro corpo e con il nostro sguardo.

Si, perchè fare l’amore non significa solo intrecciare i propri corpi, ma unire anche le proprie anime.

Lo diceva anche Lacan, “è parlando che si fa l’amore”.

Forse perchè anche per lui “fare l’amore” non significava ridursi solo ad un atto prettamente fisico. Perché anche per lui, l’amore parla.

E pensava  all’amore, come ad una magia, che si viene a creare solo grazie all’incontro di due sguardi.

Una magia in grado di trasmettere desiderio e tenerezza, allo stesso tempo.

Non possiamo dire di essere davvero nudi, di fronte a qualcuno, se prima non mostriamo la nostra vera essenza.                                             

Se non ci spogliamo prima delle nostre paure e delle maschere che indossiamo.

Se non siamo in grado di trasmetterci tanto, solo attraverso un gesto o un’emozione. Attraverso una parola.

Quante coppie possono davvero dire di avere tutto questo?

È difficile far comprendere il concetto di un amore che parla, parlare di magia e poesia, in una società come questa, improntata sul materialismo e sul contatto fisico.

Eppure l’amore non è questo e ce ne possiamo rendere conto, quando nella coppia inizia a mancare il dialogo: quella reciproca comprensione, fatta anche di carezze.

Quando insomma non riusciamo più a connetterci con l’altro, profondamente. Quando l’amore non parla più.

L’amore è un discorso

Poco importa il contatto fisico, se non si è uniti nel profondo della propria anima da un amore vero.

Non credete anche voi?

Amare una persona non significa solo desiderare la sua pelle, ma amare anche la sua interiorità.. Le parole, anche quelle che non dice.

Amare è andare oltre…

L’amore parla, ha parole

Lacan affermava come  “l’amore sia incontrare l’altro, essendo se stesso”.

Sarebbe davvero bello se prima di spogliare il nostro corpo, riuscissimo a spogliare anche la nostra anima.

Poichè non c’è cosa più bella e intima che essere nudi di fronte all’altro, emotivamente, per mostrarci per quello che siamo, senza riserva alcuna.

L’anima parla, come l’amore.

Sicuramente affinchè riusciamo a fare questo, è essenziale avere di fronte la persona giusta: quella in grado di ascoltarci e di abbracciare le nostre emozioni.

Perchè solo quando ci sentiamo al sicuro, riusciamo a superare le nostre paure e a lasciarci andare.

Per questo riusciamo a fare per davvero l’amore, solo quando siamo in grado di aprirci all’altro, in tutto e per tutto.

Quando diventiamo consapevoli delle nostre debolezze, di ciò che ci fa male e di ciò che ci spoglia di tutte le nostre energie. Quando l’amore per noi stessi parla.

È fondamentale riuscire a trasmettere all’altro la nostra emotività, attraverso le parole più belle che conosciamo, che non sono semplici parole.

Mi riferisco agli sguardi, alle carezze agli  abbracci, alle parole gentili, a un grazie detto con il cuore e a quei gesti che spesso contano più di un qualsiasi discorso ben fatto.

È proprio in questo modo che si fa l’amore, quello vero e autentico.

Ed solo così che l’amore parla. In modo sincero.

Condividi questo articolo