Una mamma non è semplicemente una mamma. Riveste anche il ruolo di padre quando è necessario

È difficile crescere un bambino senza la presenza costante di un padre nella sua vita.
E questa mancanza non nasce della fine di un rapporto, che non ha mai funzionato o di rancori presenti all’ interno del nucleo familiare, ma da un totale disinteresse del genitore nei confronti del proprio bambino.

‌E sono quasi sempre le madri a prendersi carico di tutte le necessità dei figli, sentendosi a volte persino giudicate per il loro operato, proprio dai loro ex compagni.

Troppo spesso, ci troviamo di fronte a genitori che pensano di essere dei bravi papà semplicemente soddisfacendo le necessità economiche dei propri figli.

E sono proprio loro i primi a giudicare il lavoro delle mamme, non rendendosi conto di quello che realmente riescono a fare ogni giorno per la propria famiglia.

Non è semplice crescere un figlio da sole, sentendosi addosso il peso di tante responsabilità. Cercare sempre di essere forti, anche quando si avrebbe bisogno di una pausa o di un po’ di tempo da dedicare a se stesse, senza mostrare le proprie debolezze.

Quale mamma non ha mai sentito il bisogno di prendersi una pausa, magari semplicemente perché stanca dopo una giornata di lavoro? Eppure deve far finta di niente e sorridere davanti a tutti, perché una mamma non può mostrare la propria debolezza di fronte a nessuno.

Deve prendersi cura della casa, dei figli e di tutti gli imprevisti che si trova ad affrontare ogni giorno, mantenendo sempre il sorriso.
E non sarà mai apprezzata veramente, perché, agli occhi della gente, il suo fare passerà come una cosa che le è dovuta.

Quando invece a lamentarsi è un papà, ci sarà sempre qualcuno pronto a difenderlo, perché lui verrà sempre visto come colui che porta avanti la famiglia economicamente.
Per una donna le cose sono completamente diverse.

Se sceglierà di lavorare sarà vista come un’ egoista che rinuncia alla famiglia per le proprie esigenze; se sceglierà di non lavorare sarà giudicata come una persona che non ha voglia di fare niente nella vita.

Qualsiasi decisione deciderà di prendere, ci sarà sempre qualcuno pronto a darle torto, mentre, per gli uomini l’unica cosa che conta è se adempiranno all’obbligo finanziario nei confronti del loro bambino, pur non essendo mai presenti nella loro vita.

Un figlio ha bisogno di amore e attenzioni, di qualcuno che sappia insegnarli a mangiare, a camminare, a lavarsi i denti, a studiare e ad andare a scuola.

Bisogna esserli accanto quando si ammala, quando ha dei problemi e quando ha delle necessità, e chi è sempre pronto ad aiutarlo? Sicuramente non un papà che non è quasi mai presente.

Sarà sempre la mamma, che si troverà a ricoprire il difficile ruolo di entrambi i genitori, e solo chi è passato attraverso una situazione analoga può comprendere quando tutto questo sia faticoso.
E la cosa più stupefacente e’ che le mamme, oltre ad occuparsi dei figli da sole, riescono a prendersi cura anche dei genitori, a volte troppo anziani per badare a se stessi.

E credetemi, non so come facciano, ma riescono a trovare il tempo anche per accudirli e non far mancare loro niente. Hanno questa grande capacità di ottenere quello che vogliono e trovare il tempo da dedicare a tutti.

Cosa succederebbe se si comportassero come molti padri, che pensano solo al lavoro, ai propri hobby e a guardare le partite di calcio? Chi si occuperebbe dei figli? Nessuno e’ capace di donare tanto affetto e amore come una madre.
Quello che le madri single non dovrebbero fare e’ far pressione sui bambini cercando di renderli perfetti.

La mancanza di una figura al loro fianco potrebbe farle sentire in dovere di essere particolarmente esigenti e severe. Ma questo è un grave errore.

Devono essere semplicemente mamme, educare si, ma senza pretendere più di quello che un bambino riesce a fare.‌ E soprattutto non devono sentirsi obbligate a rinunciare a tutto per crescere i loro bambini.
Se sei una mamma single e credi che tuo figlio senta il bisogno della presenza del padre, parlane con lui e dimostragli quanto sia importante la sua figura. Anche se questo ti potrebbe ferire.

Se nonostante tutti i tuoi sforzi, dovessi capire che il padre non sarà mai interessato a ricoprire quel ruolo, non sentirti in colpa.
Un genitore dovrebbe comprendere l’importanza della sua presenza nella vita quotidiana di un bambino, imparare che ci sono diritti e doveri da entrambe le parti.

Ma se questo dovesse risultare impossibile, non sentirti addosso il peso di questa separazione, non è derivata da una tua scelta, e tu avrai fatto tutto il possibile per evitarla.
Il nostro ruolo di madre (e in molti casi anche di padre) è quello di crescere i nostri ragazzi nel miglior modo possibile.

Quando i nostri figli cresceranno sapranno riconoscere chi gli è stato sempre accanto, pensando esclusivamente alle loro priorità e alla loro felicità. I piccoli sono degli ottimi osservatori, e sapranno distinguere chi gli ha donato amore e chi un affetto superficiale.

Cerchiamo sempre di fare il meglio per loro, affinché possano crescere senza timori o senza debolezze. Se dovessimo renderci conto che la mancanza del padre potrebbe danneggiare la loro vita futura, cerchiamo di evidenziare almeno quello che ha fatto per loro, anche solo dal lato economico.

Certamente non è una scelta facile per quello che invece abbiamo dovuto sopportare, ma ciò che conta è donare ai nostri figli amore, sicurezza, affetto e possibilità di dialogo.

La serenità dei nostri figli dipende completamente da noi e dal nostro modo di percepire e condividere le emozioni.

Close
Close