Quando la vita si fa dura e ti senti solo, ricordati che per me significhi tutto. Lettera di una Mamma

C’è il rumore dei passi di un figlio che vanno verso la porta di casa per aprirla alla sua nuova vita in questa lettera di mamma.
Una lettera che tante mamme scrivono nella loro mente, tra il rumore di quei passi così amati.

Il rumore di un’indipendenza conquistata. Il rumore dell’amore di una madre che segue quei passi. Ancora. Sempre.
Figlio mio, ti guardo e mi accorgo improvvisamente di avere davanti un uomo ormai.
Sei cresciuto improvvisamente, mi verrebbe da dire: sei cresciuto all’improvviso durante la notte, ma so che sono i miei occhi di mamma che faticano a vederti ormai pronto per spiccare il tuo volo.

Eri un bambino solo ieri. Le manine appiccicose ritratte su mobili e specchi, quelle ginocchia perennemente sbucciate, quegli occhioni fiduciosi e pieni di stelle.
Aperti alla vita. Spalancati sul mondo.

Crescevamo insieme solo ieri. Quando mano nella mano percorrevamo strade vecchie e nuove. I miei timori. Il tuo entusiasmo.

Lo hai imparato anche tu, strada dopo strada, che ci sono sassi ovunque. Anche dove non te lo aspetti figlio mio.
Che fanno più male quando li urti. Proprio quelli che non ti aspetti.
Qualcuno ho provato a scansarlo dal tuo cammino.

Altri era necessario che li spostassi tu. Lo hai fatto. Piangendo. Chiudendoti dentro di te. Riaprendo i tuoi occhi alla vita. Spalancandoli di nuovo al mondo. Coraggioso figlio mio…
Perdere un po’ del tuo candore, della tua bella e cara ingenuità era parte del tuo percorso. Era dolore per me. Ogni volta.

Sono passati gli anni e oggi sei pronto. A costruire con le tue mani. A mettere a frutto tutto ciò che hai imparato. Il tuo talento. I tuoi doni.

Nel tuo sorriso splende oggi la consapevolezza di un giovane uomo fiducioso, ma attento. Forte e compassionevole.
Si. Lo abbiamo salvato il tuo bel cuore.

Vai figlio mio. Vai incontro al tuo futuro, a tutto ciò che la vita ha in serbo per te.
Non sarà sempre facile, anzi. Semplice non lo sarà quasi mai. Perché per chi vive intensamente la vita, quei sassi, quegli ostacoli, ci saranno sempre.

Ho fiducia che sarai capace, che resterai forte, che ti dimostrerai degno, ma ricorda.
Ricorda figlio mio…

Quando tutto ti sembrerà particolarmente duro o difficile… potrai sempre contare su una mia parola, una preghiera. Sulla mia mano stretta alla tua.

Quando la solitudine ti sembrerà una morsa fredda nel petto, ricordati del mio amore, amore nel mio pensiero che ti veglia da lontano.
Del mio amore come abbraccio infinito.

Quando ti sentirai troppo scoraggiato per un nuovo traguardo, ricorda quelle ginocchia sbucciate, come le medicavano tra lacrime e risate. Come pochi minuti dopo tornavi a correre davanti ai miei occhi fieri.
Ricorda il tuo valore, il tuo coraggio bambino.

È cresciuto insieme a te. Dentro di te. Cercalo figlio mio.
E nei momenti più bui, quando il cielo ti sembrerà troppo grigio o ti sembrerà senza più stelle, ricorda l’amore.

Quello delle persone a te care. Quello per la vita. Ricorda il mio amore per te, il solo che dà un significato alla mia vita.

Il solo capace di brillare anche a distanza, che ti segue passo dopo passo. Senza invadere i tuoi nuovi spazi. Orgoglioso dei tuoi nuovi spazi.
Vai figlio mio. Vai forte di te stesso e del mio amore.

Ti aspetta la vita .

Condividi questo articolo