Quando viviamo per compiacere gli altri, lo stress, l’ansia e la depressione si manifestano

La vita ci offre la possibilità di scegliere la strada più giusta per viverla nel migliore dei modi.
La cosa principale sarebbe capire che siamo noi i primi responsabili di come verrà scritta questa storia.

Capire che solo noi dobbiamo esserne i soli protagonisti, che bisogna basare le nostre scelte seguendo i nostri sogni e avere come primo obbiettivo quello di prenderci cura di noi stessi.

Tendiamo a volerci circondare di persone, desideriamo averne molte al nostro fianco, ma non sempre riusciamo a far loro la giusta priorità e la giusta importanza.

Troppo spesso infatti, lasciamo che chi ci è accanto prenda il controllo delle nostre vite, delle nostre decisioni e delle nostre azioni in modo incontrollato.

Al giorno d’oggi sembriamo aver perso i valori e i punti di riferimento, ci comportiamo non come vorremmo, ma condizionati dal voler compiacere chi ci vive accanto, mettendo da parte le nostre esigenze e adottando quelle che proprio non ci appartengono.

Tutto questo, che apparentemente sembra riempirci di orgoglio, ben presto però si trasforma in frustrazione.
Dovremmo imparare a comprendere che non dobbiamo necessariamente seguire degli schemi per essere felici, ma guadagnarci il rispetto e l’ amore di chi ci vive accanto mostrandoci per quello che realmente siamo.

Le nostre vite sono un importante percorso in continua evoluzione e solo vivendo sulla nostra pelle le nostre esperienze potremmo imparare e crescere.
I nostri errori e le nostre scoperte saranno un bagaglio prezioso che potremmo portare con noi nel nostro cammino di vita.

Invece tendiamo a fare tutto il contrario, adattandoci a fare ciò che pensiamo l’ altro voglia, preoccupandoci non di noi stessi, ma di quello che pensa la gente.

In questo modi soffochiamo le nostre emozioni e i nostri pensieri.
Questo atteggiamento prende possesso delle nostre menti e potrebbe facilmente essere causa di stress, ansia e forme di depressione… condizioni che agiranno anche sul nostro fisico condizionando i nostri pensieri e la nostra salute.

Quando non riusciamo più a pensare in modo positivo, il nostro corpo reagirà con le emozioni associate, e ci avvertirà che c’è qualcosa che non stiamo facendo nel modo migliore o che stiamo nutrendo nel modo più appropriato.

Dovremmo imparare a comprendere le reazioni e le risposte del nostro corpo ai nostri atteggiamenti e rivedere il nostro stile di vita.

Capire che dobbiamo dedicare più tempo a noi stessi e spendere anche per noi parte delle nostre energie.
Non dovremmo permettere agli altri di influenzarci nelle decisioni e fare una scala di priorità dove dar giusta collocazione alle persone e alle cose.

Rendiamoci conto che la vita e’ troppo breve per scegliere di viverla da comparse e non da protagonisti.
Vivete ogni secondo rincorrendo i vostri sogni nel modo più appassionato possibile e smettetela di vivere i sogni degli altri solo per attirarne l’ attenzione.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
Close
Close