Lettera dal cielo: L’amore è vita, l’amore ci tiene uniti e attraverso l’amore sono sempre accanto a te

L’amore è vita sempre, l’amore tiene uniti e attraverso l’amore le persone care che lasciano questa Terra, restano comunque accanto a noi.
In un’altra forma…

Chi perde una persona cara merita rispetto e un atteggiamento che molte volte coincide con il silenzio.

Questa lettera non vuole andare a disturbare questa condizione, bensì rappresentare, senza pretesa, una luce capace di rendere meno buia la condizione di chi ha vissuto, o vive, una perdita.

Sono tante le testimonianze che ci raccontano di presenze, messaggi, episodi avvenuti dopo la morte di una persona cara.

In tante culture questo passaggio non è vissuto come la fine di qualsiasi rapporto, bensì di un suo prosieguo sotto altre forme.

Garcia Marquez scrisse una frase che ci introduce perfettamente alle parole di questa lettera, quando ammise:

“Lo spaventò il sospetto, tardivo, che è la vita, più che la morte, a non avere limiti”.

Non possiamo dire con certezza se questo sia vero, però la lettera che riportiamo sembra ispirarlo.

È la lettera che ogni persona cara, se potesse, scriverebbe per noi …

“Non lamentarti se, in mia assenza, sono sempre così vicino a te, a volte anche molto più di prima.

Ora ti sento, so esattamente quando hai bisogno di me, non devi dirmi niente che io non colga, sapere ad esempio cosa ti stringe il cuore, quale dolore avverti.

So che a volte senti come se fossi andato via per sempre, ma a mia volta mi accorgo che quando la mia presenza sembra diventare reale, ovvia anche per te, cerchi di non far accadere nulla, di far finta di nulla, così che mi piacerebbe poterti gridare: “Sono qui!”.

Mi avvicino, metto la mia mano sul tuo cuore e se lasci che questo gesto possa parlarti, sentirai in ogni tuo battito qualcosa della mia vita in te.

Non è necessario che tu vada in quel luogo dove sono i resti di quello che erano le mie spoglie mortali, io non ci sono quasi mai …

Né pensare di essere rimasto sola come un’anima perduta in mezzo al nulla.

Niente è così concreto come spesso crediamo quando siamo in quel corpo, la mia anima viaggia, leggera, senza indugio, è per questo che sono sempre presente quando ne hai più bisogno, mentre in parallelo seguo il mio percorso.

Quello che ci ha unito, l’amore, non muore.

È ciò che ci tiene sempre legati e ci permette di esserci ancora e ancora.

Che ci porta a sussurrare che tutto andrà bene, che ci aspetta una bellissima alba…

Che quello che ci lega è per sempre.

Non hai nulla da temere, se non che la tristezza riempia irrimediabilmente il tuo cuore e la tua anima.

L’amore è vita, l’amore ci tiene uniti, attraverso l’amore sono sempre accanto in te.

Tu sei parte di me e io sono parte di te.”

Condividi questo articolo