Tutto ciò che accade durante il giorno può diventare motivo di insonnia e di ansia durante la notte

Non tutto si adatta a noi, non tutti i sentimenti si conformano comodamente al nostro essere e alla nostra volontà, quindi risulta provvidenziale, quasi necessario un atteggiamento di apertura all’altro, affinchè riusciamo a palesare noi stessi per chiarire i nostri limiti.

Sapere che un atteggiamento di silenzio può farci star male, tanto da poterne risentire a livello psicologico, deve farci riflettere.

E’ altresì doveroso tener conto che non tutti sono in grado di ascoltarci, perché sono molti e diversi i fattori che caratterizzano la personalità di ognuno di noi.

Teniamo ben presente dunque che c’è una grande differenza tra l’essere sinceri e l’essere aggressivi.

Quest’ultimo atteggiamento sembra quasi riuscire a intimidire ulteriormente quegli individui che già temono di potersi ferire a vicenda.

Sono tanti gli articoli, i libri e i video comportamentali che tendono a sottolineare l’importanza del riuscire a parlare di ciò che pensiamo, anche davanti al prepotente, senza alcun timore, o la necessità di piangere quando siamo tristi, per poter superare un silenzio che potrebbe, altrimenti, inghiottirci.

Questo perché, come detto poc’anzi, non tutto si adatta a noi o a quello che vorremmo poter accadere.

Palesare i nostri pensieri e affrontare le cose d’impatto risulta quindi l’ alternativa migliore a questo meccanismo alquanto variabile.

Sappiate che tutto ciò che si accumula dentro di noi finisce per pesare, per infastidire, perché nessuno può pensare di poter seppellire ciò che infastidisce, così segretamente.

Non esporsi, non parlare, non esprimere ciò che pensiamo equivale ad eclissarsi, a diventare invisibili e come si sa, nessuno presta attenzione a chi non sembra esistere.

In questo modo, anzi, si rischia di diventare i bersagli migliori di coloro che hanno bisogno di umiliare e di attaccare il prossimo: in tal modo oltretutto non facciamo altro che sfuggire al confronto con noi stessi.

Vale la pena quindi ricordare che è importante dire cosa ci preoccupa e il modo in cui lo facciamo.

Poichè se siamo intemperanti e aggressivi, successivamente potremmo solo pentircene.

Risultato di tutto questo?

Non potrà passare certo tanto tempo prima di esprimerci nuovamente, poichè sembrerà pervadere in noi un nuovo senso di colpa.

Inoltre dovremmo scegliere oculatamente coloro ai quali possiamo palesare i nostri sentimenti, in modo che questi ultimi non li usino contro di noi, nel peggior modo possibile.

Detto questo, una cosa è certa: tutti i sentimenti negativi che mandiamo giù, durante il giorno, se non ben digeriti, non possono che diventare problemi, anche abbastanza pesanti talvolta.

Cosa fare quindi?

Dobbiamo essere capaci di affrontarli appena si palesano in noi.

La cosa migliore infatti è sempre quella di cercare di risolvere i problemi il prima possibile, che siano questioni di vita materiali o emotivi, non importa.

Rimandare le soluzioni equivale praticamente a posticipare la felicità.

E la felicità è urgente e necessaria, ogni giorno, ogni notte, per poter dormire profondamente e svegliarsi rinnovati e positivi.