15 atteggiamenti da abbandonare per essere felici

Ci sono atteggiamenti, convinzioni, che non ci permettono di essere felici.

Abbandonarli significa rinnovare profondamente se stessi e ritrovare la strada che porta alla felicità.

Quali sono?
Scopriamoli insieme:

1- Abbandona il tuo bisogno di avere sempre ragione

Sono tanti coloro che vogliono aver ragione ad ogni costo, capaci addirittura di porre fine ad una relazione, un legame, pur di non ammettere il proprio torto o cambiare la propria posizione.

Nel migliore dei casi si rischia di causare stress e dolore a se stessi e agli altri. E non ne vale la pena, comunque.

Ogni volta che senti il bisogno “urgente” di iniziare una lotta su chi ha ragione e chi ha torto, chiediti: ” Preferisco avere ragione o essere gentile? ( Wayne Dyer)

2- Rinuncia al tuo bisogno di controllo

Non possiamo controllare tutto: situazioni, eventi, persone…

La vita è una serie di cambiamenti spontanei e naturali. Non opporre loro resistenza: questo crea solo dispiacere. Lascia che la realtà sia realtà. Lascia che le cose scorrano naturalmente in avanti in qualsiasi modo loro piaccia.”
(Lao Tse)

3- Smetti di incolpare gli altri

Abbandona il desiderio di incolpare le altre persone per ciò che hai o non hai, per ciò che senti o non senti.

Smetti di rinunciare al tuo potere e inizia ad assumerti la responsabilità della tua vita.

4- Chiudi le conversazioni autodistruttive

Quante persone soffrono a causa della loro mentalità negativa, inquinata e ripetutamente disfattista?

Non credere a tutto ciò che la tua mente ti sta dicendo – specialmente se è pessimista. Sei meglio di ciò che pensi.

“La mente è uno strumento superbo, se usato correttamente. Utilizzato erroneamente, tuttavia, diventa molto distruttivo. ”
(Eckhart Tolle)

5- Metti da parte le convinzioni limitanti

…. su chi puoi o non puoi essere, su ciò che è possibile e ciò che è impossibile. D’ora in poi, non è più permesso lasciare che le tue convinzioni restrittive ti blocchino nel posto sbagliato. Apri le tue ali e vola!

“Una credenza non è un’idea realizzata dalla mente, è un’idea che trattiene la mente.”
(Elly Roselle)

6- Smettila di lamentarti

Rinuncia al tuo costante bisogno di lamentarti di quelle varie, varie, varie cose: persone, momenti, situazioni che ti lasciano infelice o depresso.

Nessuno può renderti infelice, nessuna situazione può renderti triste o peggio, a meno che tu non lo permetta.

Non è la situazione che rilascia questi sentimenti in te, ma come scegli di affrontarli. Mai sottovalutare il potere del pensiero positivo.

7- Dimentica il lusso di criticare

Abbandona l’abitudine di criticare cose, eventi o persone che sono diversi da te. Siamo tutti diversi e tuttavia siamo tutti uguali.

Tutti noi vogliamo essere felici, vogliamo amare ed essere amati e essere sempre capiti. Tutti noi vogliamo qualcosa e qualcosa è desiderato da tutti.

8- Abbandona il tuo bisogno di impressionare gli altri.

Smettila di cercare a tutti i costi di essere qualcuno che non sei per impressionare gli altri .

Non funziona in questo modo. Nel momento in cui smetterai di cercare così tanto di essere qualcosa che non sei, nell’istante in cui toglierai tutte le maschere e accetterai chi sei veramente, scoprirai che le persone saranno attratte da te – senza sforzo.

9- Rinuncia alla tua resistenza al cambiamento

Il cambiamento è positivo. Il cambiamento è ciò che ti aiuterà ad andare da A a B.

Cambiare migliorerà la tua vita e anche la vita di coloro che vivono intorno a te. Segui la tua felicità, abbraccia il cambiamento – non resistere.

“Segui la tua felicità e il mondo ti aprirà le porte dove prima c’erano solo muri”.
(Joseph Campbell)

10- Dimentica le etichette

Smetti di etichettare quelle persone, cose e situazioni che non capisci come se fossero strane o diverse e cerca di aprire la tua mente, a poco a poco. Le menti funzionano solo se aperte.

“La forma più estrema di ignoranza è quando rifiuti qualcosa che non conosci” (Wayne Dyer)

11- Abbandona le tue paure

La paura è solo un’illusione, non esiste – tu l’hai inventata. È tutto nella tua testa. Correggi il tuo interno e, all’esterno, le cose andranno bene.

“L’unica cosa di cui dovresti aver paura è la paura stessa”.
(Franklin D. Roosevelt)

12- Rinuncia alle tue scuse

Fa che preparino i bagagli e dì loro che sono licenziate. Non ne hai più bisogno. Spesso ci limitiamo a causa delle molte scuse che usiamo.

Invece di crescere e lavorare per migliorare le nostre vite, rimaniamo bloccati, mentendo a noi stessi, usando ogni sorta di scuse – scuse che, il 99,9% delle volte, non sono né reali.

13- Lascia il passato nel passato

Lo so, lo so. È difficile Soprattutto quando il passato sembra molto meglio del presente e il futuro sembra così spaventoso, ma devi prendere in considerazione il fatto che il dono è tutto ciò che hai e tutto ciò che otterrai.

Il passato che desideri – il passato che ora sogni -lo hai ignorato quando era presente.

Smettila di illuderti. Sii presente in tutto ciò che fai e goditi la vita. Dopotutto, la vita è un viaggio e non una destinazione. Guarda chiaramente il futuro, preparati, ma sii sempre presente nell’ora.

14- Rilascio dall’attaccamento

Questo è un concetto molto difficile da capire.

E devo confessare che per me lo era – lo è ancora – ma non è impossibile.

Migliora ogni giorno con il tempo e la pratica.

Nel momento in cui lasci andare tutte le cose (e questo non significa rinunciare al tuo amore per loro – dopo tutto, l’amore e l’attaccamento non hanno nulla a che fare l’un l’altro, l’attaccamento viene da un luogo di paura, mentre l’amore … beh, il vero amore è puro, gentile e altruista.

Dove c’è amore non può esserci paura e per questo attaccamento e amore non possono coesistere), ti calmerai e diverrai tollerante , gentile e sereno … Raggiungerai uno stato che ti permetterà di capire tutto senza nemmeno provarci. Uno stato oltre le parole.

15- Smetti di vivere la tua vita secondo le aspettative degli altri

Troppe persone vivono una vita che non è la loro. Vivono la vita in base a quello che gli altri pensano sia meglio, vivono le loro vite in base a ciò che i genitori pensano sia utile, o vivono in base a quello che gli amici, nemici, insegnanti, governo e persino i media pensano che sia meglio per loro.

Ignorano le loro voci interiori, le loro intuizioni. Sono occupati a cercare di piacere a tutti, a realizzare le loro aspettative, perdono il controllo delle loro vite.

Dimenticano ciò che li rende felici, ciò che vogliono e ciò di cui hanno bisogno e, un giorno, dimenticano se stessi.

Tu hai la tua vita – questa vita ora – devi viverla, dominarla e soprattutto, non lasciare che le opinioni degli altri ti distolgano dal tuo percorso.

Condividi questo articolo