11 motivi per cui le relazioni di oggi sono destinate a fallire facilmente

Perché mantenere una relazione è così difficile oggi?

Perché incorriamo nei fallimenti amorosi, così spesso e nonostante i nostri numerosi sforzi?

Perché gli esseri umani diventano improvvisamente incapaci di mantenere un buon rapporto di coppia?

Abbiamo dimenticato come si ama? O peggio. Abbiamo dimenticato cos’è l’amore?

1- Non siamo pronti

Non siamo pronti a fare sacrifici, a scendere a compromessi, ad amare incondizionatamente.

Non siamo pronti ad investire tutto ciò che è necessario affinché una relazione funzioni.

Vogliamo che tutto sia facile. Ci arrendiamo rapidamente. Al primo ostacolo, tutto crolla.

Non permettiamo che il nostro amore cresca, andiamo via prima che ne abbia il tempo.

2- Non è l’amore che cerchiamo

Ma solo la passione e il brivido. Vogliamo qualcuno che ci faccia compagnia, ma non qualcuno che ci capisca nel profondo.

Trascorriamo del tempo insieme, ma non creiamo ricordi.

Non vogliamo un partner per la vita, ma semplicemente qualcuno che ci permetta di sentirci vivi nel presente, in un quel momento.

Quando la passione svanisce, scopriamo che non siamo assolutamente pronti per nessuna realtà. Non vediamo la bellezza di ciò che è prevedibile: siamo accecati dal brivido dell’avventura.

3- Siamo immersi in tutto ciò che è insignificante

Nella frenetica vita di città che non lascia spazio all’amore. Non abbiamo tempo per amare. Non abbiamo la pazienza di gestire una relazione.

Siamo impegnati a realizzare le nostre ambizioni da cui l’amore è escluso. Le relazioni non sono altro che trampolini di lancio.

4- Cerchiamo soddisfazione immediata

In tutto ciò che facciamo, nelle nostre pubblicazioni online, nelle nostre scelte professionali e con le persone di cui ci innamoriamo.

Da una relazione, pretendiamo la maturità che viene con il tempo, i legami emotivi che impiegano anni per crearsi e un senso di appartenenza, ma ci conosciamo a malapena.

Sembra che nulla meriti il nostro tempo e la nostra pazienza, nemmeno l’amore.

5- Preferiamo passare un’ora con cento persone diverse

Piuttosto che trascorrere un’intera giornata con solo una di esse. Ci piace avere scelta. Siamo esseri sociali. Preferiamo incontrare le persone piuttosto che conoscerle.

Siamo golosi. Vogliamo tutto Ci accoppiamo al minimo segno di attrazione e ci separiamo non appena troviamo qualcuno più attraente.

Non vogliamo vedere cos’altro c’è in quella determinata persona. Vogliamo che sia perfetta.

Usciamo con molte persone, ma non diamo mai loro una possibilità reale. Tutte ci deludono.

6- La tecnologia ci ha avvicinato

Così tanto che non riusciamo a respirare. La presenza fisica è stata sostituita da messaggi di testo, messaggi vocali, istantanee e videochiamate.

Ora non abbiamo più bisogno di passare del tempo insieme. Abbiamo fin troppo l’uno dell’altro. Finiremo per non avere più nulla da dirci.

7- Siamo una generazione “errante”

Non possiamo stare in un posto troppo a lungo. La routine ci soffoca. Non possiamo immaginare tutta la nostra vita con una sola persona.

Disprezziamo la permanenza e l’appartenenza , come se fossero i mali del secolo. Ci piace pensare a noi stessi come “diversi” dagli altri. Ci piace pensare che non siamo conformi alle norme sociali.

8- Siamo una generazione che si definisce “sessualmente libera”

Distinguiamo il sesso e l’amore, o almeno crediamo di farlo.
Il sesso è facile, la lealtà è meno facile ed ecco che la fedeltà non esiste più.

Non si finisce a letto insieme perché amiamo quella determinata persona, ma perché vogliamo sentirci bene. Abbiamo bisogno di quella pienezza temporanea.
Il sesso al di fuori della coppia non è più un tabù.

9- Siamo la generazione pragmatica

Che che funziona solo con la logica. Non sappiamo più commettere piccole follie.
Gli amori a distanza in questo senso hanno vita breve, richiedono immaginazione, speranza, sorprese, piccole pazzie per vedersi una volta in più.

10- Siamo una generazione terrificante, terrorizzata

Dall’idea di avere un impegno sentimentale serio, terrorizzata dall’essere ferita, terrorizzata dall’avere il cuore spezzato.

Non ci apriamo a nessuno, né decidiamo di amare incondizionatamente.

Ci nascondiamo dietro le alte mura che abbiamo eretto.
Cerchiamo l’amore, ma fuggiamo appena esso appare.

Non sappiamo più gestirlo. Non vogliamo essere vulnerabili. Non vogliamo rivelare la nostra anima a nessuno. Siamo costantemente in guardia.

11- Non conosciamo nemmeno più il valore di una relazione

Lasciamo che persone meravigliose escano dalla nostra vita senza provare a trattenerle. Non conosciamo più la sacralità dell’amore.

Non c’è niente che non siamo riusciti a fare in questo mondo, ma falliamo puntualmente in amore, in uno degli istinti più elementari dell’uomo.

E la chiamiamo evoluzione.

Close
Close