Non ti perdono perché meriti il perdono, ma perché merito la pace

Non ti perdono perché meriti il perdono, ma perché merito la pace

“Il perdono è la più grande forma di amore. Ci vuole una persona forte per dire “scusa” e una persona ancora più forte per perdonare … “.

Ti perdono, ma ho anche imparato una lezione di vita. Non ti odierò, no, ma non ti starò più vicino, perché non ti darò più la possibilità di farmi del male.

Non voglio che il mio perdono mi faccia sembrare ingenuo.

Non ti perdono perché meriti di essere perdonato, ma io perché merito semplicemente la pace.

Ci sono due tipi di perdono:

-Il primo tipo di perdono è quando ci si perdona a vicenda e si offre una seconda possibilità.

– Il secondo tipo di perdono è quando perdoni, ma scegli di continuare il tuo percorso senza di lui / lei.

Bene, questa volta decido di voltare le spalle al dolore … per continuare … da solo!

Ti perdono, ma questo non significa che accetto il tuo comportamento o che mi fido di te.

Ti perdono per me, perché voglio pensare alla mia serenità, perché devo andare avanti.

Il mio perdono non significa che accetto ciò che hai fatto, significa solo che sono in pace con me stesso.

Non lascerò che il rancore prenda il controllo della mia vita. Prendo io il timone.

Ho scelto di rompere le catene che mi trattenevano, e ora sto voltando le spalle al passato.

Scelgo di non guardare indietro, perché non c’è nulla che possa essere cambiato.

Non contaminerò il mio cuore con amarezza, paura, sfiducia o rabbia.

Ti perdono perché l’odio è solo un altro modo per trattenerti, e il tuo posto non è più qui.

Ho capito di essere forte quando sono riuscito a perdonare qualcuno che non mostrava nemmeno pentimento.

Qualcuno che non si è mai scusato, che non si è mai fermato a pensare al dolore che mi ha procurato.

Una persona debole non avrebbe mai potuto farlo.
Non sarebbe riuscita a perdonare.

Non sai quanto sei forte fino al giorno in cui, essere forte, è la tua unica scelta.

Ringrazio la vita, per le sfide che mi indotto ad accettare.

Ringrazio chi mi ha fatto del male, perché mi ha reso una persona più forte.

E ringrazio me.

Per aver trovato sempre un motivo per sorridere, per andare avanti anche con il cuore a pezzi.

Per la forza che ho avuto di ricominciare.
Per aver saputo perdonare.
Anche me stesso.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
Close
Close