Le persone buone sopportano e perdonano mille volte, ma se ne vanno una volta sola

Una cosa è certa: nessuno può abusare della bontà altrui per tutto il tempo che vuole, perché arriva un momento in cui la forza e la pazienza finiscono, anche se c’è l’amore, l’affetto.

In un mondo che è sempre più distorto nei suoi valori e principi, diventa più difficile sapere di chi fidarsi, in chi riporre le proprie speranze, dal momento che le maschere fanno parte dell’abbigliamento di molte persone.

E spesso finiamo per scontrarci contro un muro, semplicemente giudicando il cuore degli altri secondo il nostro. Sfortunatamente, essere troppo buoni, è diventato pericoloso.

C’è, nel contesto odierno, la necessità di andare d’accordo con tutti, anche se attraverso indebiti vantaggi, in modi discutibili, come se un
fine giustificasse qualsiasi mezzo.

In un simile contesto, la fedeltà, l’onestà e l’impegno, contano poco, forse niente.

Quello che conta è l’ascesa sociale, aumentare il lavoro, il reddito, le comodità, il che rende le relazioni umane sempre più fragili e vuote.

Nonostante tutto, molte persone vogliono ancora credere negli esseri umani, nella vera amicizia, nell’amore, nella sincera affettività.

Molti persistono ancora nello scopo di essere felici senza ferire nessuno, senza tradire, senza maledire, senza ferire l’altro, mettendosi al posto delle persone con cui convive.

Ed è così che veniamo logorati, consumati, prosciugati … roviniamo, perché molte persone finiranno per confondere la nostra sollecitudine con la schiavitù, abusando di ciò che abbiamo da offrire.

Esistono ancora persone positive e in grado di capire gli altri, in grado di perdonare, passando sopra gli errori altrui.

Persone che continuano a credere con rinnovata speranza, nella capacità dell’essere umano di reinventarsi e di migliorare ogni giorno, imparando dai propri errori.

Al contrario, ci saranno sempre quelli che non apprezzeranno il perdono ricevuto, quelli che crederanno che il perdonare sia un obbligo, un atto dovuto ogni volta che vacillano.

Molti non rifletteranno mai sui propri errori e non cambieranno mai.
Dopotutto , per loro è il mondo ad essere sbagliato, non il loro modo di viverlo.

Ma una cosa è certa: nessuno può approfittare di un altro all’infinito.

Arriva il momento in cui anche le persone più buone si stancano.
Si stancano anche se c’è ancora amore, ancora affetto.

Le persone buone perdonano infinite volte, ma quando si arrendono, si arrendono per sempre.

E così vanno via.
E non ci sarà alcun ritorno, nessun perdono.
Nessun’altra possibilità.