Le principali caratteristiche dei bambini indaco

Un bambino indaco manifesta caratteristiche psicologiche e un modello di comportamento che di solito non è facilmente documentato e documentabile.

Questo modello presenta fattori unici. Le persone che interagiscono con un bambino indaco, devono cambiare il loro modo di trattarli e educarli per raggiungere un equilibrio. Altrimenti potrebbero esserci disarmonia e frustrazione.

Esistono diverse tipologie di bambini indaco, alcuni con schemi di comportamento più abituali.

Le caratteristiche più comuni dei bambini indaco sono:

1- Vengono al mondo sentendosi dei re e si comportano spesso come tale.
2- Hanno la sensazione che” meritino “di essere dove sono.
3- Non hanno problemi di valutazione personale.

4- Hanno difficoltà ad accettare un’autorità assoluta (un’autorità che non mostra spiegazioni o alternative): si
rifiutano di fare certe cose.
5- Sono frustrati da sistemi ritualistici che non richiedono il pensiero creativo

6- Studiano il modo migliore per fare le cose (non conformisti),
sembrano antisociali, se non trovano qualcuno con una coscienza simile, si rinchiudono.
7- Non reagiscono alla disciplina della” colpa “.
8- Non sono timidi nel manifestare i loro bisogni.

Gandhi disse che “La nostra capacità di raggiungere l’unità nella diversità, sarà la bellezza e la prova della nostra civiltà”.

La fine di questo millennio è caratterizzata da una maggiore consapevolezza dell’amore e dell’accettazione di tutti i popoli, qualcosa che avremmo potuto imparare secoli fa dalle culture indigene se non le avessimo considerate inferiori.

Nel 1982, Nancy Ann Tappe ha scritto un libro intitolato “Under-Staying Your Life Through Colour”, la prima pubblicazione nota in cui vengono identificati i modelli comportamentali di questi nuovi bambini.

Come abbiamo detto, i raggruppamenti di colore di Nancy Tappe sono intuitivi, ma molto accurati. Uno dei gruppi che lei menziona è indaco. Questa classificazione rivela con grande precisione il nuovo tipo di bambino.

Ci sono 4 diversi tipi di bambini indaco:

1- UMANISTI

Lavoreranno con le masse. Diventeranno dottori, avvocati, insegnanti, venditori, imprenditori e politici. Sono iperattivi, molto socievoli, goffi con i loro corpi e lettori avidi.

2- CONCETTUALI

Sono più interessati ai progetti che alle persone. Diventeranno futuri ingegneri, architetti, designer, astronauti, piloti e militari. Sono spesso atletici.

Amano il controllo e la persona che cercano di controllare maggiormente, è la madre, se sono ragazzi, e il padre, se sono ragazze. Hanno una tendenza alla dipendenza durante gli anni dell’adolescenza.

3- ARTISTI

Sono i più sensibili.
Hanno inclinazioni artistiche. Saranno professori, chirurghi o i ricercatori di domani.

INTERDIMENSIONALI

Sono più “grandi” rispetto agli altri bambini indaco e già quando hanno uno o due anni, impongono la loro personalità. Dicono spesso “lo so già”, “posso farlo” “lasciami stare.

Non puoi parlare a questi bambini con i teneri linguaggi infantili un po’ sciocchi, li disprezzano.

Non hanno semplicemente rispetto per capelli grigi o rughe, ritengono che il rispetto vada guadagnato.
Bisogna trattarli come adulti senza imporre autorità.

A tutti i genitori piace pensare che il proprio bambino sia più intelligente del normale. Potrebbe essere necessario, invece, cambiare il concetto di ciò che è normale per accogliere un nuovo paradigma di misurazione per i bambini.

È noto che i bambini Indaco nascono dotati, molti di loro sono filosofi per natura, pensano al significato della vita e a come salvare il pianeta. Tuttavia, la nostra società, basata su antiche energie, sta soffocando i doni che questi bambini hanno.

Secondo la “Fondazione nazionale per bambini dotati e creativi”, ci sono alcune caratteristiche utili ai genitori per comprendere se il proprio bambino è dotato.

Ha una grande sensibilità.
Ha una quantità impressionante di energia.” ”
Si annoia facilmente.
A volte sembra che abbia poca capacità di mettere a fuoco.

Ha bisogno di essere circondato da adulti emotivamente stabili e sicuri.
Ha i propri metodi di apprendimento, soprattutto in letteratura e matematica.
A volte si sente frustrato perché ha buone idee, ma non ha le risorse o le persone adatte per realizzarle.

Impara attraverso l’esplorazione, resiste all’apprendimento della memoria.
Non riesce a restare fermo a meno che non sia,assorbito in qualcosa di interessante.
È molto compassionevole.

I bambini indaco hanno un modo particolare di elaborare le emozioni, perché hanno molta autostima e grande integrità. Sono in grado di leggerle come un libro aperto e immediatamente percepire e neutralizzare qualsiasi intento nascosto o qualsiasi tentativo di manipolarli, per quanto sottile possa essere.

Hanno abilità innate di guarigione che sono solitamente già attive; tuttavia, potrebbero non sapere che li stanno usando.

Questi piccoli ci tengono concentrati sul presente e ci ricordano che dobbiamo giocare, ridere ed essere liberi, guardandoci negli occhi in modo che possiamo vederci come se fossimo di nuovo bambini. Sembrano sapere sempre cosa sta succedendo nelle nostre vite e ci ricordano con affetto la nostra situazione spirituale

Possibili problemi dei bambini indaco:

Richiedono più attenzione.
Si arrabbiano quando i loro coetanei non li capiscono.
Non riescono a concepire che ci siano persone che non agiscono per amore.

Ai bambini indaco viene spesso detto che non prestano attenzione o che sono iperattivi.
Qualificare qualcuno come iperattivo o dire che ha problemi di attenzione, può essere più dannoso per l’individuo rispetto al sintomo stesso. Perché può far sì che una persona neghi la sua capacità interiore e venga sottovalutata.

Nozioni di base da utilizzare con i bambini indaco

Trattali con rispetto, accettando la loro esistenza all’interno della famiglia.
Aiutali a creare le proprie soluzioni disciplinari.
Dai loro opinioni su tutto.
Non sottovalutarli.

Spiega loro perché qualcuno ti dà istruzioni e regole.
È utile che spieghi tutto ciò che fai.
Fornisci sicurezza e supporto, evitando critiche negative
Non c’è bisogno di dire chi sono o chi saranno, lo sanno meglio di noi.

Hanno un grande potere personale. Se li isolerai, graffieranno i muri, romperanno le cose. Sono capaci di commettere atti distruttivi se li si isola.
Che i genitori siano sinceri. Loro non chiedono di più.

Cose da ricordare quando si educa un bambino indaco (Dr. Kathy A. McCloskey)

Sii creativo nel fissare i limiti.
Consenti loro più energia fisica
Trattali normalmente.

Spiega.
Ascoltali e rispettali.
Se dici loro che li ami, ma non li tratti con rispetto, non si fideranno di te.

Articolo interessante non credete?
Scriveteci le vostre opinioni e condividete per conoscere quelle dei vostri amici!

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
Close