7 giochi rilassanti per educare i bambini emotivamente forti

In un momento in cui l’immediatezza e la gratificazione immediata hanno la priorità, i bambini non hanno il tempo necessario per imparare a scoprire le proprie emozioni e a sviluppare l’autocontrollo.

In questo modo, finiscono per diventare adulti che non sanno come gestire i propri sentimenti e che trovano difficile godersi l’ambiente circostante.

Pertanto, se vogliamo educare i bambini in modo che diventino adulti felici, emotivamente equilibrati e con una sana autostima, è importante insegnare loro a gestire i propri sentimenti e a praticare l’autocontrollo emotivo fin dalla tenera età.

I giochi ideali per insegnare ai bambini a regolare le loro emozioni

1- Le bolle di sapone

È un gioco molto semplice e divertente, l’ideale per migliorare la capacità polmonare, stimolare il controllo della respirazione e far rilassare il bambino.

Inoltre, avrete bisogno solo di un contenitore e una bacchetta per fare le bolle di sapone, oltre alla soluzione liquida che potete trovare in qualsiasi negozio di giocattoli.
Potete unirvi a lui per rendere il gioco più divertente.

2- Il robot e la bambola di pezza

A quale bambino non piacerebbe imitare un robot? Con questo gioco potrete far volare la sua immaginazione, diventando prima un piccolo robot e, più tardi, una bambola di pezza.

Il gioco consiste nel far imitare al bambino i movimenti rigidi di un robot, tendendo i muscoli e parlando meccanicamente. Successivamente rilasserà i muscoli per impersonare una bambola di pezza.
È un gioco eccellente per insegnargli a rilassarsi quando è troppo teso e per aiutarlo a controllare meglio le sue emozioni.

3- Diventare un palloncino

Per aiutare il tuo bambino a rilassarsi, acquisire autocontrollo e imparare a regolare le proprie emozioni, è possibile incoraggiarlo ad immaginare che egli sia un palloncino che si gonfia e si sgonfia lentamente.

Il gioco consiste nel chiedere al bambino di respirare in modo morbido e di rilasciare in modo profondo affinché rilasci l’energia contenuta mentre mette in pratica la tecnica. Per rendere il gioco più divertente, potete farlo anche voi e suggerire di aprire e alzare le braccia con ogni ispirazione e abbassarle ogni volta che soffia via l’aria.

4- La tartaruga

L’obiettivo di questo gioco è insegnare al bambino a regolare le proprie emozioni, stimolando allo stesso tempo la concentrazione e rilassando le tensioni.
Il bambino immagina di essere una tartaruga nascosta nel suo guscio che rimane molto calma ad osservare tutto ciò che accade intorno, dall’interno.

Quindi, potete chiedergli di respirare lentamente come fanno le tartarughe: prendendo aria attraverso il naso e poi rilasciandola delicatamente attraverso la bocca.
È un gioco eccellente che potete usare in qualsiasi circostanza quando il bambino è teso, irritabile o nervoso.

5- La formica e il leone

È un gioco molto divertente che sicuramente incanterà il tuo piccolo e con il quale sarà in grado di imparare a respirare profondamente e ottenere il controllo di sé.

Basta chiedergli di respirare prima, come un leone, il grande re della giungla e poi di respirare come se fosse una formica, un piccolo animale che si vede a malapena sul terreno. La chiave è che il bambino impara a regolare la respirazione, un’abilità molto utile che può mettere in pratica quando si sente ansioso.

6- Il lupo dei tre maialini

È una delle storie per bambini più popolari, quindi è probabile che tuo figlio sarà felice di sdrammatizzare la scena in cui il lupo cerca di abbattere la casa dei tre maialini.

Per iniziare, chiedetegli di soffiare sugli oggetti pesanti quale un libro sottile e ridurre gradualmente il soffio quando soffierà su una palla, una penna a sfera e infine un oggetto leggero come un foglio di carta.
È un gioco molto divertente che promuove uno stato di rilassamento, riducendo l’ansia nel piccolo attraverso la respirazione.

7- L’arrivo della primavera

Con questo gioco il bambino non solo raggiungerà uno stato fisico di rilassamento, ma imparerà anche a gestire meglio i suoi stati affettivi.

Per iniziare, potete spiegare il gioco in questo modo:
“Siamo alla fine dell’inverno e sei diventato un blocco di ghiaccio, ma la primavera è dietro l’angolo e a poco a poco ti scioglierai per diventare un bella pianta . ”

In questo modo, il bambino inizierà a comportarsi prima come se fosse un blocco di ghiaccio, completamente rigido, e a poco a poco rilasserà i muscoli per trasformarsi in un tenero bocciolo.

Voi quali giochi proponete si vostri figli o nipotini?
Condividete questi consigli con i vostri amici, lo apprezzeranno!
Gestire

Close
Close