8 cose che accadono quando incontri un uomo vero dopo una relazione con un narcisista

Articolo molto interessante che può essere di grande aiuto a tutti coloro che sono usciti da una relazione superficiale, una relazione dove apparenza, immagine, superficialità la fanno da padrona. Una relazione che possiamo anche chiamare narcisistica.

Cosa si intende con questo termine? Intendiamo una relazione non basata su sentimenti o condivisioni profonde, quanto sull’apparenza, sia nei confronti del partner sia nei confronti della società.

Incontrare una persona narcisista porta inevitabilmente a delle rinunce e a forme di asservimento.

Ci si abitua, che lo si condivida o meno, ad uno stile di vita incentrato sul riconoscimento altrui, sull’essere sempre al centro dell’attenzione.

Relazioni come queste sono anche fortemente instabili. Si passa in un batter d’occhio da sorrisi e baci a grandi tensioni, perchè la base di questi rapporti non è l’unione tra le due persone quanto l’apparire, sia l’uno agli occhi dell’altra che, insieme, agli occhi altrui.

Relazioni caratterizzate da un grande vuoto interiore, nelle quali i momenti brillanti sono quelli dove tutto è perfetto e luccicante, mentre al primo problema, incomprensione o, semplicemente, calo d’immagine, ecco apririrsi le voragini.

Questi tipi di relazione sono come le droghe, si entra, si prova un momento di estasi e non si riesce poi ad uscirne. Si prova quindi , nel caso in cui si senta il bisogno di un rapporto più appagante, a cambiare il partner, ma anche questa strada è spesso infruttuosa.

E si finisce per trovarsi con un pugno di mosche in mano, al limite dell’esaurimento per essere sempre al top e prossimi all’umiliazione per vedere quanto nullo sia il rapporto con il partner. Una situazione che, spesso, si finisce per subire per un certo periodo sino alla rottura.

Quando si incontra poi una persona completamente diversa, diremmo normale, è naturale all’inizio sentirsi come spaesati.

Nulla è uguale alla situazione precedente, e non sempre si è in grado di apprezzarne la sincerità e la purezza.

Se prima la spontaneità era bandita, tutto era in funzione di stereotipi e di annullamento della normalità, ora ci si sente finalmente liberi di essere se stessi, di mostrare debolezze o di essere una persona normale! Non ci sono più obblighi e non c’è piu confronto esasperato.

Soprattutto un incontro come questo porta dentro emozioni e stati d’animo che travalicano le apparenze, inoltrano verso strade mai percorse sino quel momento.

Ci si può confidare, è anzi importante aprirsi, mostrare anche i lati meno appariscenti della propria personalità, non sentirsi invincibili ma persone che sanno dare e possono anche chiedere aiuto. Relazioni così mostrano che la reciprocità è alla base di tutto, e su questo si cresce insieme e ci si tiene per mano.

Relazioni come questa prevedono le scuse, intese come il saper chiedere scusa e sentirsi fuori posto quando si è mancato di rispetto al partner. Non ci sarà più il traguardo della perfezione o del successo, ma una relazione con tutti i normali alti e bassi ma fondata sulla stima reciproca.

Si vive e si sperimentano emozioni sconosciute: si capisce cosa significa volere e sentirsi amati, come il rispetto e la sincerità sono il fondamento del rapporto e non quello che dice la gente. Come si può essere perfettamente a proprio agio senza tanto chiasso intorno, e come basta guardarsi negli occhi per essere felici.

Non è piu il tempo della manipolazione, dell’imbroglio sui sentimenti, delle scorciatoie repentine verso l’applauso facile.

E’ il tempo sicuramente di momenti spensierati, anche insoliti, perfino avventurosi, ma vissuti con una prospettiva diversa rispetto a prima.

Una prospettiva e una certezza che maturano giorno dopo giorno, passo dopo passo, mattone dopo mattone!

Cosa ne pensate?
Lasciateci i vostri commenti e condividete per i vostri amici, lo apprezzeranno!

Condividi questo articolo