“L’ insostenibile leggerezza dell’essere” in 20 frasi indimenticabili

Milan Kundera, nasce nell’ Aprile del 1929, nella ex Cecoslovacchia ed è certamente l’autore di uno dei più letti e raccomandati del secolo scorso: L’insostenibile leggerezza dell’essere.

“L’insostenibile leggerezza dell’essere” è il miglior “titolo” mai assegnato ad un’ opera.
Sì, ci riferiamo esclusivamente al titolo, perché non c’è un libro … non c’è romanzo cui questo titolo non si adatti!

Ogni opera letteraria potrebbe essere chiamata “L’insostenibile leggerezza dell’essere”, perché tutta la storia è basata sul difficile compito di sostenere l’esistenza umana così “fragile”.

Milan Kundera è uno scrittore incisivo e come tale non può che scrivere del fallimento.
“L’insostenibile leggerezza dell’essere” è il dramma della vita di tutti i giorni, con le passioni, le coincidenze, le illusioni, i fuochi fatui e dei decessi.

Questi ultimi sono il condimento di tutti i giorni del fallimento, del tema insopportabile e universale: la morte.

Il magistrale romanzo dello scrittore ceco Milan Kundera, intitolato “L’insostenibile leggerezza dell’essere”, è stato pubblicato nel 1984.

Qui presentiamo le 20 migliori frasi di questa grande opera.

1- “Soltanto un rapporto non sentimentale, quando un partner non accampa pretese sulla vita e la libertà dell’altro, può portare la felicità a entrambi.”

2- “L’amore non si manifesta col desiderio di fare l’amore (desiderio che si applica a una quantità infinita di donne) ma col desiderio di dormire insieme (desiderio che si applica ad un’unica donna).”

3- “Si erano creati a vicenda un inferno, pur amandosi.”

4- “Perché amare significa rinunciare alla forza.”

5- “Se il tuo corpo non è in grado di diventare l’unico corpo per Thomas e se ha perso la battaglia più importante della sua vita, lascialo andare!”

6- “Sono forse giunto alla conclusione, dopo l’episodio con l’ingegnere, che le avventure non hanno nulla a che fare con l’amore? Che sono leggere e non pesano nulla? E sono più tranquillo? Niente affatto. ”

7- “Due esseri che si amano, soli, isolati dal resto del mondo… è molto bello! Ma di che cosa parlerebbero tutto il tempo? Per quanto spregevole sia il mondo, essi ne hanno bisogno per potersi parlare.”

8- “Era la vertigine. L’ottenebrante, irresistibile desiderio di cadere. La vertigine potremmo anche chiamarla ebbrezza della debolezza. Ci si rende conto della propria debolezza e invece di resisterle, ci si vuole abbandonare a essa.”

9- “Non certo la necessità, bensì il caso è pieno di magia. Se l’amore deve essere indimenticabile, fin dal primo istante devono posarsi su di esso le coincidenze, come uccelli sulle spalle di Francesco d’Assisi.”

10- “Non si può mai sapere che cosa si deve volere perché si vive una vita soltanto e non si può né confrontarla con le proprie vite precedenti, né correggerla nelle vite future.”

11- “Ciò che si verifica una sola volta è come se non fosse accaduto mai.”

12- ” L’amore è lotta.”

13- “Fare l’amore con una donna e dormire con una donna sono due passioni non solo diverse, ma quasi opposte. L’amore non si manifesta con il desiderio di fare l’amore […] ma col desiderio di dormire insieme.”

14- Si può amare anche nel ricordo.”

15- “L’amore comincia nell’istante in cui la donna si iscrive con la sua prima parola nella nostra memoria poetica.”

16- “Quando parla il cuore non sta bene che la ragione trovi da obiettare.”

17- “Con le metafore è meglio non scherzare.
Da una metafora può nascere l’amore.”

18- “Nell’istante in cui qualcuno assiste alle nostre azioni, volenti o nolenti ci adattiamo agli occhi che ci osservano, e nulla di ciò che facciamo ha più verità.”

19- “La gente di solito si rifugia nel futuro per sfuggire alle proprie sofferenze. Traccia una linea immaginaria sulla traiettoria del tempo, al di là della quale le sue sofferenze di oggi cessano di esistere.”

20- “Il tempo umano non ruota in cerchio ma avanza veloce in linea retta. È per questo che l’uomo non può essere felice, perché la felicità è desiderio di ripetizione.”

Avete già letto L’insostenibile leggerezza dell’essere?

In questo caso le frasi vi avranno certamente condotto in quel luogo chiamato memoria.
Nel caso non lo abbiate letto, ci auguriamo che queste frasi vi ispirino a leggere un classico della letteratura universale.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
Close