I 7 errori che i genitori compiono e che impediscono ai bambini di diventare adulti sereni e di successo

È stato determinato che gli adulti con problemi caratteriali, devono, molto probabilmente, i loro atteggiamenti e il modo di trattare gli altri, al tipo di genitorialità ricevuta.

L’esperto di leadership e autore di psicologia best-seller, Tim Elmore, ha svolto diverse ricerche ed ha determinato una piccola lista di errori che i genitori fanno quando allevano i propri figli, facendoli sentire insicuri e con poche ambizioni al successo, per tutta la vita.

Questa è la lista degli errori che i padri e le madri dovrebbero evitare per il bene dei propri figli.

1- Non permettere ai bambini di correre rischi.

Viviamo in un mondo pieno di pericoli, questo è un dato di fatto. Il motto “sicurezza prima di tutto” rafforza la paura di perdere i nostri figli ed è per questo che li circondiamo con cura in ogni aspetto.

Gli psicologi europei hanno scoperto che se i bambini non giocano per strada, se non cadono mai e non si sbucciano le ginocchia, è normale che nella vita adulta soffrano di fobie.

I bambini devono cadere più volte per capire che questo è normale.

Gli adolescenti devono avere conflitti con i loro coetanei e vivere il primo amore per acquisire stabilità emotiva, senza la quale è impossibile stabilire relazioni interpersonali di qualità e lunga durata nel futuro.

Eliminare il rischio nella vita dei bambini può causare arroganza, insolenza e scarsa autostima nell’età adulta.

2- Andare in loro aiuto troppo presto.

Le giovani generazioni di oggi non svilupparono alcune abilità che erano inerenti ai bambini di 30 anni fa.

Quando corriamo in loro aiuto troppo presto e li circondano con eccessiva “cura”, togliamo ai bambini la possibilità di cercare la via d’uscita da situazioni difficili.

Prima o poi i bambini si abituano a qualcuno che li salva sempre: “Se faccio un errore o non raggiungo il mio obiettivo, gli adulti lo aggiusteranno e non ci saranno conseguenze”.
Ma sappiamo bene che nel mondo reale degli adulti le cose accadano in un modo completamente diverso.

Quando questo accade, i nostri figli potrebbero diventare degli adulti immaturi.

3- Esaltarli molto presto.

Il movimento per il miglioramento dell’autostima iniziò già nella generazione dei cosiddetti Baby-Boomers (quelli nati tra il 1946 e il 1964) e negli anni ’80 era in piena espansione nelle scuole.

La regola “Ogni bambino riceve un trofeo” consente al bambino di sentirsi speciale, ma la ricerca degli psicologi moderni dimostra che questo metodo di stimolazione, ha conseguenze impreviste.

Dopo qualche tempo il bambino si rende conto che le uniche persone che pensano che sia favoloso sono mamma e papà, ma non gli altri e comincia a dubitare dell’obiettività dei genitori.

Ovviamente gli piace ascoltare i complimenti, ma capisce che alla fine non hanno nulla a che fare con la realtà.

Col passare del tempo, il bambino impara a imbrogliare, a esagerare e a mentire per evitare qualche spiacevole verità, quindi non sarà pronto ad affrontare correttamente le difficoltà della sua vita.

4- Consentire al sentimento di colpa di sostituire un buon comportamento.

Tuo figlio non deve essere coccolato e approvato ogni minuto. Nella sua vita dovrà superare molte avversità, e farsi coccolare troppo, può impedirgli di farlo; ecco perché non c’è niente di sbagliato nel dire “no” e “non ora” in modo che impari a combattere per ciò che vuole e di cui ha bisogno.

Se ci sono due o più bambini in famiglia, molto spesso i genitori pensano che non sia giusto premiare uno e non altri, ma premiarli tutti è sempre impossibile. Premiando tutti perdiamo l’opportunità di mostrare loro che i frutti sono il frutto dello sforzo e buone azioni.

Pensaci due volte prima di premiare i bambini con regali e viaggi al centro commerciale. Se la relazione con i tuoi figli si basa esclusivamente su stimoli materiali, non sentiranno alcuna motivazione interna o amore incondizionato.

5- Raccontare ai figli gli errori del nostro passato esaltandoli

Arriverà il giorno in cui un adolescente normale vorrà “aprire le ali” : fare i propri errori e l’adulto dovrebbe permettergli di farlo. Ciò non significa non orientare i bambini in situazioni e cose che non conoscono.

Dì ai tuoi figli quali errori hai commesso quando avevi la loro età, ma evita le esagerazioni su questioni come il fumo, l’alcol e i narcotici, anche se può sembrare incredibile, il che rende il tuo messaggio più avvincente di un costante sermone.

I bambini devono essere preparati ad affrontare situazioni spiacevoli ed essere responsabili delle loro azioni.

Dì loro quello che hai sentito quando hai affrontato situazioni simili, come hai reagito e cosa hai imparato da quella situazione, ma senza esagerare e solo se l’esempio è costruttivo.

6- Intelletto confuso con la maturità

L’intelletto è usato molto spesso come misura di maturità in un bambino e come risultato i genitori presumono che il loro figlio o figlia sia pronto per il mondo reale. Non è così.

Alcuni atleti professionisti e le giovani star di Hollywood, ad esempio, hanno un grande talento, ma sono al centro degli scandali pubblici. Non pensare che tuo figlio abbia talento per tutto.

Non esiste “un’età magica di maturità” o un manuale su quando è un buon momento per dare al bambino la libertà in questo o in quello.

Ma c’è un’ottima regola: guarda gli altri bambini della stessa età di tuo figlio. Se ti rendi conto che sono molto più autonomi, significa stai ritardando lo sviluppo della sua indipendenza.

7- Non applicare ciò che viene predicato.

Come padre o madre devi condurre uno stile di vita modello: una vita come la vorresti per i tuoi figli.

In questo momento il leader della famiglia sei tu, un esempio da seguire. Per questo motivo devi rispettare le regole di convivenza e comportamento. Guarda le tue azioni, anche le più piccole, perché i tuoi figli ti stanno guardando.

Se non agisci secondo le regole, i tuoi figli sapranno che non c’è nulla di male se fanno lo stesso. Mostra ai tuoi figli cosa significa essere integri e instilla in loro l’aiuto per gli altri: aiutare se stessi, significa aiutare gli altri.

Lascia i luoghi e le cose meglio di come le hai trovate, e i tuoi figli faranno lo stesso.
Saluta quando arrivi e saluta quando te ne vai, i tuoi figli impareranno il rispetto e l’educazione.

Spunti molto importanti sui quali riflettere. Condivideteli con i vostri amici, lo apprezzeranno!

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
Close